CAMPAGNA ELETTORALE, TONI ELEVATI E QUALCHE SCIOCCHEZZA

Avrei voluto evitare di intervenire perché me ne sto da tempo un po’ in disparte (non amo chiedere voti e non so nemmeno farlo), ma dopo aver visto la diretta registrata della “strana” assemblea di ieri sera a Villa Pozzoni di Giulianova e letto lo “strano” comunicato di “noi moderati” che mi cita quasi direttamente, mi pare che non possa evitarlo.

Continua a leggere “CAMPAGNA ELETTORALE, TONI ELEVATI E QUALCHE SCIOCCHEZZA”

IL NUOVO ERODE

Oggi è il primo gennaio del nuovo anno ed auguro a tutti buon 2024, ma inizio ospitando nel mio blog un articolo che mi ha particolarmente colpito. E’ un recentissimo lavoro di un caro amico: il Dott. Domenico Gallo, già magistrato di Cassazione e parlamentare, con cui ho l’onore di dividere l’appartenenza al Coordinamento nazionale di Democrazia Costituzionale. Grazie Mimmo.

Continua a leggere “IL NUOVO ERODE”

NOTA DI CHIARIMENTO SU CHIARIMENTO. A CHI GIOVA?…

Nel comunicato del Cittadino Governante (pieno di astio) di ieri, si cambia il bersaglio: il mirino si sposta da Demos (poi non è vero, come vedremo) al sottoscritto. Non faccio altro che chiedermi ormai tutti i giorni: a chi giova? Ho varie risposte, ma questa è la prima volta che rispondo dal mio blog ed anche l’ultima. Spero, infatti, che si tratti di uno spiacevole equivoco che spero si chiarisca al più presto.

Continua a leggere “NOTA DI CHIARIMENTO SU CHIARIMENTO. A CHI GIOVA?…”

LA POLITICA TORNI AL POPOLO SOVRANO. Solo i primi passi, ma c’è molto da imparare

Nei giorni scorsi, esattamente domenica 8 ottobre 2023, presso una piazzetta importante e piena di storia cittadina (Piazzetta “Caduti 29 settembre 1944” dietro alla sede comunale) si è svolta la prima Assemblea pubblica del Progetto “La politica torni al popolo sovrano” portato avanti dal gruppo politico Unione Popolare di Giulianova.

Continua a leggere “LA POLITICA TORNI AL POPOLO SOVRANO. Solo i primi passi, ma c’è molto da imparare”

GIULIANOVA – CONSULTA COMUNALE DEI GIOVANI. C’E’ QUALCOSA DI NUOVO?

Nei giorni scorsi il Consiglio comunale di Giulianova ha approvato all’unanimità, non senza polemiche, l’ordine del giorno urgente firmato da due consiglieri comunali, contenente il regolamento per il funzionamento della Consulta comunale dei giovani. Se si pensa che tale mozione è stata approvata all’unanimità con due emendamenti dell’opposizione di sinistra (lo specifico perché i due consiglieri proponenti sono anch’essi di opposizione, ma non di sinistra), a prima vista sembrerebbe un fatto altamente positivo per la partecipazione dei giovani all’amministrazione pubblica, ma così non è. In più, osservando soprattutto gli ultimi avvenimenti (come la decisione sull’abbattimento dei pini, presa senza consultare i cittadini e ignorando le iniziative prese da partiti e associazioni dissenzienti), non si direbbe che l’Amministrazione Costantini sia davvero orientata a recepire la partecipazione di chiunque non sia d’accordo con le decisioni della maggioranza. Figuriamoci dei giovani. Ma andiamo per ordine.

Continua a leggere “GIULIANOVA – CONSULTA COMUNALE DEI GIOVANI. C’E’ QUALCOSA DI NUOVO?”

AUTONOMIA DIFFERENZIATA. Il d.d.l. del Governo contro il Parlamento

La proposta Calderoli approvata dal Governo nei giorni scorsi non mi ha sorpreso: la trasformazione della forma di Governo a Costituzione invariata, ormai da decenni, rappresenta un processo che sembra inarrestabile. Esso si sviluppa anche con la complicità delle forze politiche che a parole si proclamano contrarie, ma nei fatti l’hanno favorito. Continueranno a favorirlo? Lo vedremo, ma per ora il d.d.l. Calderoli insieme ai commi 791-802, art. 1 della legge di bilancio 2023 rappresentano per quel processo due tappe fondamentali e significative.

Continua a leggere “AUTONOMIA DIFFERENZIATA. Il d.d.l. del Governo contro il Parlamento”

AUTONOMIA DIFFERENZIATA, fra vecchi nodi che vengono al pettine e furbizie secessioniste

Ho più volte sostenuto che il fascismo al potere non ci arriva mai da solo perché c’è sempre qualcuno che gli spiana la strada. Anche nel caso della cosiddetta “autonomia differenziata” quel qualcuno lo ha fatto. Due “apripista” un po’ diversi, ma che attualmente coincidono: è un Governo fascista che eredita il secessionismo leghista e recepisce il disegno di legge Calderoli!

Continua a leggere “AUTONOMIA DIFFERENZIATA, fra vecchi nodi che vengono al pettine e furbizie secessioniste”

DEMOCRAZIA E COSTITUZIONE SULLA SCENA TRAGICOMICA DEL PRESENTE (parte terza: buon 2023)

Guardandolo dal profilo politico, attraverso il prisma della democrazia costituzionale e dei diritti, il nuovo anno si presenta molto male.
Non sembra diradarsi la turbolenza impressionante che minaccia una guerra atomica, sullo scenario del conflitto fra Russia e Stati Uniti con sede l’Ucraina. Entrambi, infatti, puntano alla “vittoria” e Biden punta al coinvolgimento diretto dei paesi della Nato a partire dall’Italia. Questa, supinamente, obbedisce e invia risorse militari al Governo ucraino ignorando così i principi pacifisti della nostra Costituzione ed esponendo la nostra economia e i nostri territori a preoccupanti ritorsioni e ricatti.
Nei Balcani, la separazione voluta dalla Nato fra Serbia e Kossovo sta dando frutti aberranti: sale alle stelle una tensione che potrebbe degenerare da un momento all’altro; in altre parti, come in Turchia, si scatenano attacchi e bombardamenti contro la popolazione curda del Rojava seminando centinaia di morti fra inermi cittadini senza che nessuno ne parli, ne soffra, si strappi i capelli e invochi invii di armi per i resistenti; in Iran, il popolo, le donne e le bambine sono perseguitati, repressi e massacrati da un sistema sanguinario; il popolo palestinese è vittima di un intensificarsi delle aggressioni da parte del nuovo governo Netanyahu, ma anche qui, i “benpensanti” nostrani non si pongono nemmeno lontanamente il problema della solidarietà con quelle popolazioni aggredite da quasi ottanta anni. E si potrebbe andare avanti, visto che nel mondo di guerre di aggressione e aizzate dalle superpotenze ce ne sono circa trenta.

Continua a leggere “DEMOCRAZIA E COSTITUZIONE SULLA SCENA TRAGICOMICA DEL PRESENTE (parte terza: buon 2023)”

BUON COMPLEANNO BELLA COSTITUZIONE

l 22 Dicembre del 1947 fu approvata dall’Assemblea Costituente la COSTITUZIONE ITALIANA. Fu promulgata dal Capo Provvisorio dello Stato Enrico De Nicola il 27 dicembre 1947; fu pubblicata nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana n. 298, edizione straordinaria, del 27 dicembre 1947 ed entrò in vigore il 1º gennaio 1948.
Buon compleanno bella Signora….

Continua a leggere “BUON COMPLEANNO BELLA COSTITUZIONE”